Venerdì 2 giugno 2017

BRESCIA REPUBBLICA ELETTRONICA
Atto secondo

DOVE

Parco Tarello, Brescia
mezzogiorno-mezzanotte
INGRESSO GRATUITO

COSA

3 palchi / musica non stop / bar / food / interviste / performance / installazioni / esposizioni / photo contest

CONTATTI

333 5206753
393 4862468
Immaginate una macchina che registri i sentimenti, le emozioni, perfino i desideri ed i sogni. E immaginate che tutto ciò possa essere trasferito da una mente all’altra, da mezzogiorno a mezzanotte, avvolti dalla musica, baciati dal sole, travolti dalla stessa onda di energia. La prima volta fu da brivido: il secondo anno consecutivo sarà ancora più bello e speciale celebrare tutti uniti la Festa della Repubblica, della nostra Repubblica…una Repubblica Elettronica generata dal ritmo e fondata sul groove, spirito unificatore che ci guiderà in un viaggio collettivo fra vinile e realtà. Una Repubblica sinonimo di sperimentazione e ricerca sonora, dove non ci sarà spazio per le etichette. Una Repubblica fatta di passione, che si nutrirà di empatia e ci restituirà vibrazioni positive: ballando fra i grattacieli, accarezzati dal vento d’estate in una delle oasi verdi più belle della città…dodici ore di bassi pulsanti, cultura e contaminazioni artistiche per raccontare il mondo della notte da una prospettiva diversa. Lontana dal buio, più vicino all’essenza.

LINE-UP

DJ-SET

Paul Bhn / Mattia Fontana / Massi ISX / Borbo (Clique Club) Robert Pedrini / Fedro / Brad (Disco Volante Culture Club) Shield / Corrado Bucci (Rebirth) Phil Delcorso / Loop Looper / Volto (NESSUN DORMA) Arienne / LLoyd Ag / Two-P / MC Dinamo (Basement) Dj Enemies / NS8 / Nef (Manifesto) Looney Goons / Estremo / Omar Emme (Bragging) Matteo B. / Alex Delafuente / Andrea Zanetti / Stebbo AKA For Two Face / Matteo Cingia (Redrum) Looney Goons / Lazy Dogs / Double M / voice Pska (Rehab - Best Hip Hop in Town) Daniele Baldelli / DcDj Soulmind / Alessandro Borio / Ercole Gentile / Soulpusha / Hangoverboy / Albert R / Marco Obertini / Peak Nick / Joao & Mekis / Simone Scaramuzzi / Paolo Mantini / The Troglodyte Trip / Daniel Atari / Marco Sapiens

Live set

PHOTO

Gianmarco Drama / Greta Tosoni / Sami Oliver Nakari / Celeste Lombardi

ART

Dorothy Bhawl / Elena Monzo / Demis Martinelli / Funclab / Yellow Fat Crew / Anima Visual Lab / 639 / Caravan / Black Rose Tattoo

dj | DANIELE BALDELLI

Ciliegina sulla torta, il viaggio musicale targato #bre2017 vibrerà anche nell’onda ritmica sospinta da un vero e proprio pezzo di storia della musica dance internazionale.

Dai mitici giorni del Cosmic alle galoppate-sincopate nei Boiler Room, passando per le recenti escursioni nu disco sulla bresciana Rebirth, il 2 giugno avremo l’onore di ospitare un precursore di tutto quello che è stato il lavoro e la figura del deejay. Artista visionario, pioniere per vocazione, con la sua fantasia, la sua voglia di musica, la sua ricerca tecnica, Daniele Baldelli ha sperimentato molteplici stili, contaminandoli a vicenda, senza moduli o modelli a cui rifarsi. Il suo “africanismo” è leggenda: il maestro lo esprimeva quando suonava il Bolero di Ravel sovrapponendolo ad un brano degli Africa Djola, estraendo a 33 giri il lato tribale dei Depeche Mode, suonando insieme una batucada e i Kraftwerk, sovrapponendo gli effetti di un sintetizzatore ai brani di Fela Kuti o ancora accostando le melodie indiane di Sheila Chandra con le sonorità elettroniche della Sky Record tedesca. Se non credete a quello che avete appena letto, venerdì date una chance alle vostre orecchie: Baldelli non vi deluderà!

NESSUN DORMA

Giù nella pianura c'è una tribù che fa paura! Figlio degenere di Eliade Zupelli, NESSUN DORMA è un party itinerante dove non c’è spazio per le etichette, un’isola felice pensata come dimensione alternativa al mondo normale. Attraverso il rito tribale del ballo, edizione dopo edizione, Nessun Dorma si è trasformato in una grande famiglia di amici sempre più in sintonia, animati dalla passione per la club-culture di qualità e per la notte intesa come luogo magico, spirituale, complice di mille avventure. Nell’ultima stagione il party ha fatto tappa in diversi locali bresciani fra cui Clique Club, Disco Volante Culture Club, Lio Bar e Vinyl Music Club, incendiando l’atmosfera con bassi turbo, smile a go go ed empatia sotto cassa. A #bre2017 i tre sciamani Phil Delcorso, Voltolini e Loop Looper illustreranno il manifesto sonoro della casa: un esplosivo cocktail d’amore a base di house, techno, nu-disco, reminiscenze 80s, sospiri electroclash e groove del futuro.

REBIRTH

Anche quest'anno è un piacere ritrovare fra i protagonisti Rebirth, label bresciana dal profilo internazionale che da sempre si caratterizza per un ethos centrato sulle fondamenta della musica house più raffinata, lontano dalle omologazioni e dalle tendenze. Grazie ad un suono originale e distintivo, i dischi marchiati Rebirth sono diventati una presenza costante nelle borse dei più importanti dj mondiali, che spesso l'hanno definita ‘the best italian house label’. A #bre2017 Rebirth sarà rappresentata in consolle da Daniele 'Shield' Contrini - ideatore della label nonché dj/producer autore di capolavori quali ‘Go That Deep’ (insieme alla bellissima voce di Shara Nelson, già coi Massive Attack) e ‘Fallen Hero’ (feat. Ben Onono) - e dal funambolico Corrado Bucci: i suoi set sono caratterizzati da una forte vena melodica, fusa in esplorazioni sonore che si spingono fino a latitudini funk, jazz e afro-latin.


Manifesto

Il nome racchiude l'essenza del progetto: manifestare la necessità di ricerca di nuovi suoni, arti e modi di comunicare. Protagonista a #bre2017, Manifesto è un collettivo che indaga le rappresentazioni visive, ideali e concettuali delle subculture dalle quali siamo quotidianamente circondati: i loro eventi uniscono dentro allo stesso flusso creativo mostre, djset, performance e installazioni, per immergere chiunque vi partecipa in un'esperienza completa e multisensoriale.

Clique Club

Groove is in the heart! Dal 2013 Clique Club rappresenta una garanzia per il pubblico attento alle sonorità house e techno dal respiro più internazionale e avanguardista. Capitanata da Mattia Fontana, dj e produttore made in Brescia, la crew del Clique ha saputo costruire un seguito fedele grazie ad un lavoro che ha visto la musica di qualità come punto fisso, unito ad un'attenzione ai dettagli e ad un’evoluzione stilistica sempre più ricercata. Dalla prima storica sede in via Orzinuovi al bollente rifugio ai piedi del Crystal Palace e ora girovago in diverse situazioni cittadine e non, la forza di Clique sta in un gruppo affiatato di dj resident che hanno spesso e volentieri saputo rubare la scena alle decine di ospiti internazionali che hanno scosso i muri del club. A #bre2017 la crew sarà al completo: Mattia Fontana, Massi ISX, Paul Bhn e BORBO vi faranno respirare l'atmosfera di autentica club culture che ha reso Clique una tappa obbligata per i nottambuli cittadini.

Basement

Tra le new entry più calde di #bre2017, Basement è un format di nuova generazione nato nel 2015 e diventato nel giro di pochissimo tempo un evento capace di propagare il proprio eco notturno ben oltre i confini locali. Il successo di questo party, che ha base a Brescia, si riconduce ad una scelta artistico-musicale sempre cool, che fonde sonorità hip hop e trap in tutte le loro sfumature. Un mix vincente grazie al quale Basement è oggi una meta frequentata da migliaia di giovani che ogni weekend hanno l’occasione di incontrare i migliori djs/mcs del panorama nazionale alternati ai resident Lloyd AG, Two-p, Arienne e Dinamo, fra i protagonisti in consolle venerdì a parco Tarello assieme a tutto lo staff di Bsmnt.


venerdì a far tremare il suolo della Repubblica saranno anche alcuni fra i migliori dj cerimonieri dei riti tribali del sabato notte bresciano.

Benvenuti dunque sul pianeta groove di #bre2017 a Nicola Bonandrini in arte Peak Nick, profeta del suono synth-techno-pop-punk-wave, pompato in chiave variopinta e acidissima. Nell’onda anche Marco Obertini - il Tony Wilson bresciano, agitatore musicale col dna indie dance nonché deus ex machina delle albe al Lio Bar -, The Troglodyte Trip aka Marco Bossoni e Franz Bonetta, schegge impazzite nel lato oscuro dell'italo disco, in volo verso l'astro più lontano della space e della cosmic music. E ancora Joao e Mekis, con il loro incandescente progetto Electro vs Rock: doppia consolle, mixaggi d’urto e un nome che coincide con l’indole sonica della casa per tradursi in un attentato alle articolazioni quando impatta sul dancefloor!

Integrazione, aggregazione, meltin’ pot musicale e culturale: esplorando nuove contaminazioni ai confini con la musica black, #bre2017 accoglierà nella grande famiglia benedetta dal groove anche Rehab - Best Hip Hop in Town.

Nata nell’inverno 2012 come serata sperimentale in programma al Terzocerchio Live Restaurant, Rehab è oggi una realtà forte, consolidata e riconosciuta da tutto il movimento hip hop del nord d’italia. Dopo il “trasloco” al Circus Beat Club, avvenuto a fine 2013 con l’obiettivo di aumentare capienza e input multimediali, il party si è trasformato in un vero e proprio punto di riferimento nella geografia notturna della città, anticipando al giovedì l’inizio del weekend bresciano. Oltre ai resident djs Lazy Dogs, Looney Goons e Double M, protagonisti anche a Repubblica, Rehab in questi anni ha ospitato artisti del calibro Big Fish, Dj Double S (official dj di Fabri Fibra), Bassi Maestro e Don Joe (Club Dogo), collaborando con svariate realtà clubbing di riferimento per il circuito hip hop nazionale fra cui Yab Smoove, Sabotage, Nu Club e RRRIOT.


Disco Volante Culture Club

Acciaio, asfalto e le proiezioni verticali di cemento dei palazzi di Brescia circondano un rettangolo di mura sorrette da sonorità underground. Il buio nell’anticamera del dancefloor è squarciato da uno spettacolo di luci: Disco Volante Culture Club da sempre si caratterizza per una scelta artistica dal respiro internazionale, contestualizzata in un microcosmo danzante dove staff e ospiti sono uniti da quella passione per la musica che ogni weekend li guida dalla notte all’alba. A #bre2017 i dj del Disco evocheranno l'atmosfera della casa con un mix eclettico di ritmo e armonia, energia e good vibes.

Bragging

Si scrive Bragging, si legge party. Nato come collettivo di creativi con in comune la passione per la bass music e per il mondo della notte, in questi cinque anni Bragging ha ospitato i migliori artisti nazionali ed internazionali del panorama trap/future bass/moombahton/tropical bass/hip hop, rivoluzionandosi ogni anno per assecondare quella naturale predisposizione a captare i suoni e i trend del futuro che è il punto forte della casa. Già caldissimo per #bre2017, il collettivo è composto dai Looney Goons aka Walter Di Costanzo e Daniele Cast Gabrieli, dal nuovo talento Estremo (scritturato dall'etichetta di Dj Shablo "Avantguardia") e dal dj/vj Omar Emme. Le grafiche sono curate dalla giovane e talentuosa Meeduse mentre lo storico media partner del gruppo è il negozio MAYBE concept/glamour SHOP di Davide Turcati, stylist dei più forti rapper italiani.

Redrum

New entry nella line-up di #bre2017, Redrum nasce dall'idea di portare una nuova onda sonora in città, sospinta da casse dritte, bassi pieni, suoni principalmente dark e cupi. Ciò che li caratterizza è la loro unione come collettivo, legato da una forte amicizia e dalla passione comune per la musica elettronica. Cresciuti sotto l'ala protettrice di Clique Club, i Redrumers sanno differenziarsi l'uno dall'altro, mostrando la propria energia ritmica in ogni set...chi più electro, chi più industrial, sempre e comunque con la capacità di unificare le diverse influenze sonore, delineando un’identità espressiva che si può sintetizzare in una sola parola: TECHNO. Redrum darà un’esemplificazione pratica del concetto oggi alle 18.30 durante la #clocksession in diretta streaming su Clockbeats Studio Brescia. Check this out!

Ci saranno anche i DAAM, progetto visionario creato da Bruno Vandyke, Davide Serpico e Matteo Gualeni: bizzarri, eccessivi, anarchici, afflitti da una meravigliosa allergia alla normalità, si esprimono attraverso un connubio di sperimentazione elettronica, teatro e avanguardia, filtrato da un’eccentrica estetica post rave e post tutto, che guarda al futuro mantenendo un rapporto romantico con il passato.

Loop, delay, una voce lucente ed ipnotica: le atmosfere eteree di Berg, artista sciamanico che ha debuttato a fine 2016 con l’ep “Solastalgia”, irradieranno #bre2017 con un viaggio fra ambient e trip-hop, tra estasi analogica e rigore digitale. Nell’onda live del 2 giugno, sospinta in collaborazione con Musical zoo Festival

Live set (feat. Musical zoo Festival)

Pulsazioni elettroniche da inserire sottopelle: istruzioni per l’uso: Tra le novità di quest’anno la collaborazione con Musical zoo Festival, che a #bre2017 si concretizzerà in un viaggio nel mondo delle contaminazioni sonore, dove non ci sarà spazio per le etichette ma solo per vibrazioni positive e atmosfere magnetiche. Le stesse evocate dalla musica di Mulai, che dopo il sorprendente esordio «Something for someone», un arcobaleno di sfumature post-dubstep e downtempo, lo scorso autunno ha pubblicato il secondo ep «Glue»: un disco per after party romantici, etereo e fluttuante, dominato da un gusto Uk con divagazioni melodiche in bilico fra sogno e realtà.
“2 boys, 1 electro love” è invece il manifesto minimale-radicale-da ballare di Sem&Stènn, bresciano uno e milanese l’altro, insieme per un progetto intriso d’estetica electroclash che si muove in un liquido amniotico di edonismo, citazioni new wave e nuovi orizzonti digitali. A fine 2016 è uscito il cd d’esordio “Wearing Jewels&Socks”, sette tracce che omaggiano i prototipi – da Gary Numan a Fischerspooner, dai Pet Shop Boys a Zombie Nation - spingendosi nell’oscurità dei dancefloor del futuro. Dopo aver suonato in club come Plastic e Magnolia, il 12 maggio da Milano partirà il loro “Noisers Tour”, che li vedrà esibirsi a Parigi, New York e Berlino, con scalo in città il 2 giugno proprio a Brescia Repubblica Elettronica.

ANIMA VISUAL LAB

Progetto di Andrea Cirigliano, Anima Visual Lab è un laboratorio di sperimentazione visiva specializzato in visual live, videomapping, fotografia, grafica e video editing. Da sempre proteso verso ricerca e innovazione, a #bre2017 AVL darà forma ad una performance che fonderà arte digitale e nuove tecnologie, creando un'alchimia magica con la natura e le contaminazioni sonore propagate da dj e live set.

ELENA MONZO

L’accettiamo è una di noi! Anche quest’anno l’immaginario freak, esotico e multicolore di Elena Monzo si staglierà sul suolo della Repubblica con il suo allegro carrozzone di animali cangianti e simboli ancestrali. Sotto la patina sfavillante fatta di glitter, stickers, tratti d'inchiostro, ornamenti, lembi di tessuto, nastri adesivi e carte ad effetto psichedelico, le sue opere descrivono il caos frenetico che riproduce le fascinazioni della modernità e vivono di contraddizioni sulle quali l'artista bresciana ama giocare creando trame sempre in bilico tra follia, allucinazioni e colori flashati, alla ricerca di un equilibrio precario, forse inesistente. Oltre che ammirarli dal vivo in una forma inedita a #bre2017, potete scoprire i suoi lavori nelle gallerie e sul coloratissimo sito www.elenamonzo.com.

639

Musica, fotografia, videomaking, graffiti, laboratori, esposizioni, performance, forme d'espressione libere e immaginifiche senza preclusione di genere. Nome in codice: 639. Nuovo polo della creatività underground al civico 4 di via Milano, "alternativa intelligente alla solitudine della tua cameretta", il circolo dei cortocircuiti artistici che spingono dal basso sorge in un edificio di 300 metri quadrati, un tempo diroccato e riqualificato in spazio dallo stile metropolitano, fra led cangianti, piante color smeraldo e geometrie pittoriche tipo loggia nera di Twin Peaks. A #bre2017 i ragazzi di 639 presenteranno un'imponente installazione multimediale che riassumerà la cifra stilistica eclettica e multiforme del loro progetto.

CARAVAN

Novità che regalerà un tocco di magia all’atmosfera, Caravan è un progetto itinerante nato con lo scopo di offrire uno spazio espositivo dinamico e originale a giovani creativi senza confini: appassionati di musica, bohémien con il vizio per l’arte, illustratori, surfisti del vintage e artigiani del nuovo millennio, che a #bre2017 esporranno le loro opere e le loro creazioni nel cuore del parco, a due passi dai subwoofer. Tra fiori, piante, strutture in legno, tappeti, cuscini e luci soffuse, piccole oasi di bellezza per rilassarsi con stile.

Black Rose Tattoo

Il mondo della musica è da sempre legato a doppio filo a quello dell'arte e del tatuaggio. E' quindi un onore per la Repubblica Elettronica annunciare la partnership con lo studio Black Rose Tattoo di Desenzano Del Garda. Dal traditional al new school, dal lettering al figurativo fino al dotwork e all'ornamentale, gli artisti del Black Rose sono conosciuti ben oltre i confini della città. A #bre2017 Andrea Blackrose, Marta Camisani, Stefano Bonura, Ciambe e Renzo lavoreranno in live painting, catalizzando per una volta non su pelle ma su tela lo stile eclettico che li contraddistingue!

Funclab collective

Musica, video, fotografia, pittura, graphic-design e arcobaleni di neon: collettivo artistico tra i più apprezzati del circuito underground nazionale, Funclab collective sbarcherà a #bre2017 con tutto il suo carico cangiante di creatività, avanguardia e fascinazioni retrò. Fra televisori a tubo catodico e lampade fluorescenti, gli artisti di Funclab daranno forma ad un allestimento caratterizzato da atmosfere in bilico fra gusto analogico e fantasie digitali, con un occhio rivolto al passato e l'altro proiettato nel futuro.

Demis Martinelli

Il senso di Demis Martinelli per il ferro è qualcosa di profondo e viscerale, fisico e mentale: a #bre2017 le sue possenti sculture si staglieranno nel parco con tutto il loro potere simbolico ed evocativo. Appassionatosi a questa "ritualità" grazie al padre Valerio, fine artigiano, Demis ha poi concentrato la propria ricerca artistica attorno a tematiche quali la cosmo-politicità, l’unione tra i popoli e la salvaguardia della natura, non limitandosi alla lavorazione del ferro – che modella in forme plastiche e immaginifiche – ma aprendo gli orizzonti anche alla fotografia, l'altra sua grande passione.

Dorothy Bhawl

L’anno scorso il suo gigantesco fungo atomico fu una delle installazioni più imponenti e iconiche apparse sul suolo della Repubblica. Artista stravagante e cavaliere oscuro, angelo e diavolo animato da una forte spiritualità e da un innato senso del grottesco, Dorothy Bhawl per #bre2017 sta preparando qualcosa di ancora più magico, mistico e sconvolgente…


La manifestazione vedrà in azione nella magica atmosfera esotico-urbana di parco Tarello diverse situazioni legate alla club culture, alla musica dance e alle performance artistiche. Centro nevralgico sarà la zona nord, il “tempio”, dancefloor principale. Ma quest'anno i palchi saranno addirittura tre ed ospiteranno live-act e dj set che abbracceranno techno, new wave, funk, soul, hip hop e tutto ciò che è attraversato dal groove elettronico. Alcuni tra i migliori giovani artisti e collettivi della città saranno al lavoro per plasmare il parco con installazioni, opere e sculture, creando quell'unione tra suono, arte, cultura e good vibes che sta alla base della nostra Repubblica. Per tutta la giornata attivi un bar e ristorante curati da Cicero: oltre a birra e cocktail ghiacciati serviremo street food, tapas, pizze e altre sciccherie.

In collaborazione con




Un ringraziamento speciale 


Con il patrocinio del


Un ringraziamento speciale 


Amici di Brescia Repubblica Elettronica




Frisco


il progetto

Abitare la notte è come indossare una dimensione mentale, una disposizione dello spirito, attraverso i confini del tempo e dello spazio che delimitano la soglia tra il buio e la luce”. In controtendenza con un quadro nazionale tutt’altro che lusinghiero , Brescia si sta distinguendo dal grigiume che impera dalla mezzanotte in poi affermandosi come l’eccezione che conferma la regola. Le rotte del nuovo movimento gravitano nelle penombre dei club, rimbalzano tra un party e l’altro: i dancefloor cittadini hanno benedetto una nuova ondata di giovani talenti (dj, producer, promoter di eventi…) capaci di generare situazioni esplosive, il cui eco risuona anche fuori dai confini locali. La nuova club culture è divampata ramificandosi in una fittissima rete notturna di feste, party, locali, i cui riverberi influenzano anche la vita dei giovani lontano dalle disco: nuove tendenze, nuovi fenomeni di costume, nuovi linguaggi. Tante sfumature di groove, per colorare una sola grande “Repubblica Elettronica”. L’obiettivo è celebrare attraverso una grande manifestazione unificatrice ciò che è stato, ciò che è e ciò che sarà, facendo emergere per la prima volta questa scena così ricca, fervida e sfaccettata dall’underground alla luce del sole. Perché del resto la club culture è un non-luogo, un posto mentale che si rinnova e si rigenera, dentro una piramide di vetro, sotto le stelle a piedi nudi, come in un parco baciati dal sole di giugno. arte, cultura e good vibes che sta alla base della nostra Repubblica. Per tutta la giornata attivi un bar e ristorante curati da Cicero: oltre a birra e cocktail ghiacciati serviremo street food, tapas, pizze e altre sciccherie.